Sanificazione e pulizia degli ambienti

La pulizia e la sanificazione degli ambienti comuni e di lavoro sono affidati a personale competente e preparato. Ogni ambiente è trattato in modo specifico, con prodotti adeguati, secondo precise procedure e protocolli. L’utilizzo del copri-scarpe automatico da parte degli utenti, prima di accedere agli studi, fa parte, per esempio, della profilassi igienica del CENTRO MEDICO 75°.

Turbine a manipoli dell’ambulatorio dentistico

La pulizia del cosiddetto “trapano” usato dal dentista per curare e limare i denti, è sempre stato un grosso problema. Durante il suo utilizzo può filtrare all’ interno, attraverso le parti rotanti dove è inserita la fresa, materiale organico e residui di limatura difficili poi da eliminare. Per poter garantire una sicura pulizia, igiene e sterilizzazione di ogni trapano, si deve agire, oltre che esternamente, anche internamente dopo ogni utilizzo. Oggi, grazie a moderni macchinari usati nel Centro Medico 75°, sempre abbinati a cicli di sterilizzazione, si può pulire, sanificare e lubrificare anche le parti interne di tutti gli strumenti rotanti, rendendoli così

Sterilizzazione

CENTRO MEDICO 75° è dotato di una sala dedicata alla sterilizzazione dei ferri. Personale formato e precisi protocolli garantiscono un elevato standard di qualità e sicurezza. Il ciclo di sterilizzazione inizia in studio, luogo dove si usano i ferri, e termina con l’imbustamento degli stessi e a fine ciclo in autoclave. Dopo la fase 1 di ammollo e decontaminazione degli strumenti tramite immersione in soluzioni disinfettanti, si passa alla fase 2 di immersione in apparecchio ultrasuoni per la pulizia delle cavità e avvallamenti presenti nei ferri. Segue poi la fase 3 del lavaggio, risciacquo e asciugatura. Al termine di questi primi passaggi viene effettuato un accurato controllo visivo per verificare la presenza di eventuali materiali non rimossi, in quanto uno strumento non pulito, anche se sottoposto a sterilizzazione, non garantisce il raggiungimento della sterilità. Nella fase 4 di confezionamento, ogni ferro viene imbustato e sigillato. Questa procedura ha lo scopo di garantire che, dopo la sterilizzazione, i dispositivi mantengano tale condizione fino al loro utilizzo. Nella fase 5 di sterilizzazione, i ferri così confezionati  vengono messi in autoclave per il ciclo di sterilizzazione a vapore. Il ciclo continua con la fase 6 in cui, su ogni busta, viene stampata la data di avvenuta sterilizzazione e identificata l’autoclave utilizzata. Nella fase 7, detta dello stoccaggio, gli strumenti  sterili vengono riposti  in appositi  contenitori e distribuiti  nei vari studi per essere utilizzati. Per la tutela dei pazienti  e degli operatori il CENTRO MEDICO 75° effettua tutti   i test di controllo necessari secondo procedure fissate da direttive, normative e linee guida. I testi  da noi eseguiti  consistono in test biologici, integratori chimici e test fisici. Infine viene allegato lo scontrino di controllo di fine ciclo delle autoclavi al registro sterilizzazione.